Ritornano le tariffe minime per gli avvocati: la nuova proposta

Albo unico online per gli avvocati, in chiaro anche il CV
23 settembre 2016
Assicurazione obbligatoria per gli avvocati, le novità
14 ottobre 2016
Guarda tutto

Ritornano le tariffe minime per gli avvocati: la nuova proposta

La necessità di approvare una legge che regolarizzasse l’eccessivo ribasso delle parcelle dei legali è presente ormai da diverso tempo. A rendere ufficiale tale esigenza è stato il ministro della Giustizia al congresso del Cnf riunitosi in questi giorni, il quale ha annunciato un disegno di legge sull’ equo compenso degli avvocati.

La normativa sanziona come nulle le clausole vessatorie presenti nei contratti tra avvocati e clienti, questo per impedire l’appiattimento dei costi relativi alle prestazioni legali, a danno degli avvocati, appunto, che, oltre ad essere fortemente penalizzati dalla crisi economica, devono affrontare gli aumenti dei costi della giustizia, dei tempi e delle nuove punizioni nei confronti di chi perde, rendendo molto più prudente il ricorso alla tutele dei diritti.

Il provvedimento ha lo scopo, quindi, di riequilibrare i contratti tra avvocati e determinati clienti forti come banche, imprese e assicurazioni. Si tratta di tariffe minime nei confronti di soggetti economici particolari.

Sul concetto di “equità” ci saranno da chiarire ancora molti aspetti: di certo si sa che, nel caso di contrasto tra avvocato e cliente, il primo potrà recarsi dal giudice il quale stabilirà il compenso tenendo conto degli ordinari parametri.

Inoltre, potranno essere ritenute clausole vessatorie anche quelle che attribuiscono al committente la facoltà di recedere dal contratto senza congruo preavviso e quelle che impongono al professionista di anticipare le spese della controversia.

Sembra finalmente giunto il momento di impedire l’eccessiva riduzione dei prezzi delle prestazioni legali, in modo da tutelare una categoria che negli ultimi anni appare troppo penalizzata a causa dei costi elevati della giustizia e dei lunghi tempi di gestione delle pratiche.