Anagrafe unica, al via a fine anno

Diffamazione e violazione della privacy su Facebook? No alla rimozione dei contenuti
2 ottobre 2015
La nostra rete raccontata da TG Norba
5 novembre 2015
Guarda tutto

Anagrafe unica, al via a fine anno

Novità nell’ambito dell’Anagrafe secondo quanto dichiarato dall’Agid (l’Agenzia per l’Italia digitale).
Presto sarà possibile, infatti, rivolgersi ad ogni comune, indipendentemente dalla residenza, per ottenere un certificato anagrafico. La novità è prevista da un processo di più ampia portata, ossia dall’ istituzione dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Una vera e propria banca dati unica per tutto il territorio nazionale che andrà a sostituire gli oltre 8mila anagrafi comunali attualmente esistenti. Questo cammino rappresenta il progetto cardine dell’agenda digitale, in seguito all’approvazione a luglio del dpcm attuativo.  Il progetto partirà a fine anni con i due comuni pilota, che poi saranno 26 a inizi 2016, per 6,5 milioni di cittadini. L’anagrafe unica dovrebbe garantire un evidente snellimento dei procedimenti burocratici attuali permettendo il rilascio di certificati anagrafici in qualsiasi comune di Italia e, ancora, eliminando la necessità, per i cittadini, di dover effettuare la cancellazione o iscrizione in caso di trasferimento della residenza in un altro comune o all’estero. Un ulteriore importante aspetto del progetto è  l’informatizzazione dei registri di stato civile, con l’inclusione tra i dati inseriti, della condizione dei soggetti senza fissa dimora e, per quanto concerne gli stranieri, degli estremi del documento di soggiorno. Semplificazione e ottimizzazione sono i temi portanti di questo percorso per una facilitazione e una più rapida ed efficiente gestione, e conseguentemente scambio, dei dati tra le diverse amministrazioni.